Lalli's World

“«Vedi Momo» le diceva, per esempio, «è così: certe volte si ha davanti una strada lunghissima. Si crede che è troppo lunga; che mai si potrà finire, uno pensa. E allora si comincia a fare in fretta. E sempre più in fretta. E ogni volta che alzi gli occhi vedi che la fatica non è diventata di meno. E ti sforzi ancora di più e ti viene la paura e alla fine resti senza fiato.. e non ce la fai più.. e la strada sta sempre là davanti. Non è così che si deve fare. Non si deve mai pensare alla strada tutta in una volta, tutta intera, capisci? Si deve soltanto pensare al prossimo passo, al prossimo respiro, al prossimo colpo di scopa. Sempre soltanto al gesto che viene dopo».”
— Momo; Michael Ende
“Ma Bastian voleva essere un individuo, un qualcuno, non soltanto uno come tutti gli altri. E proprio per questo voleva anche essere amato, perché era così com’era.”
— La storia infinita; Michael Ende
“Ma essere saggi, questo voleva dire stare al di sopra della gioia e del dolore, della paura e della compassione, dell’ambizione e dell’orgoglio ferito. Essere saggi significava portarsi al di sopra di tutte le cose, non odiare e anche non amare più nessuno, accettare imperturbabili sia il rifiuto sia la simpatia degli altri. Colui che è veramente saggio non è più toccato da niente e nessuno. Diventa irraggiungibile e nulla può levarsi al di sopra di lui.”
— La storia infinita; Michael Ende
“«Le strade di Fantàsia le puoi trovare solo grazie ai tuoi desideri» disse Graogramàn «E ogni volta puoi procedere soltanto da un desiderio al successivo. Quello che non desideri ti rimane inaccessibile. Questo è ciò che qui significano le parole ‘vicino’ e ‘lontano’. E non basta volere soltanto andar via da un luogo. Devi desiderarne un altro. Devi lasciarti guidare dai tuoi desideri»”
— La stori infinita; Michael Ende
“«Signore» rispose il leone con molta calma, «ma tu non sai che Fantàsia è il regno delle storie? Una storia può essere nuova eppure raccontare di tempi immemorabili. Il passato nasce con lei!»”
— La storia infinita; Michael Ende
Mockingjay Part 1 final poster HQ

Mockingjay Part 1 final poster HQ

(Fonte: panempropaganda)

Oh, my sweet summer child. What do you know about fear? Fear is for the winter when the snows fall a hundred feet deep. Fear is for the the long nights when the sun hides for years, and children are born and live and die, all in darkness. That is the time for fear, my little lord; when the white walkers move through the woods. Thousands of years ago there came a night that lasted a generation. Kings froze to death in their castles, same as the shepherds in their huts, and women smothered their babies rather than see them starve, and wept and felt their tears freeze on their cheeks. So is this the sort of story that you like?

(Fonte: ariannsmartell, via reginaoflocksley)